I pezzi grossi russi bloccano il suo film denuncia: Navalny si “rifugia” su Pornhub!

Fonte: Wired

L’oppositore Alexey Navalny viene citato per diffamazione e la giustizia russa lo obbliga a rimuovere il video online: l’attivista sceglie di pubblicarlo sulla piattaforma porno pornhubdoc

A mali estremi, estremi rimedi. Braccato dalla giustizia russa per il documentario “He is not Dimon to you”, l’autore Alexey Navalny ha trovato una soluzione per risolvere il problema: pubblicarlo su Pornhub. Un tribunale infatti, aveva citato per diffamazione il blogger attivista, che nel film sosteneva proprio che ci fosse un giro di corruzione tra i funzionari russi, Primo Ministro Dmitry Medvedev compreso. La causa è stata intentata da Alisher Usmanov, uno degli uomini più ricchi e potenti del Paese (azionista anche dell’Arsenal Fotball Club), che he ritenuto offensive alcune tesi sollevate dal documentario. L’autore – avvocato e politico che intende candidarsi alle prossime presidenziali – davanti all’ordine di rimuovere il suo lavoro, ha scelto di pubblicarlo sulla nota piattaforma di video porno, intitolandolo “Russian Corrupted Politician F***** Hard”, taggando varie categorie. Il film ha raccolto migliaia di visualizzazione e persino una valutazione di 95/100 prima di essere reso privato e in ultima analisi segnato dalla comunità per la revisione (al momento della scrittura, benché compaia nel motore di ricerca, è inaccessibile su Pornhub). Volevate anche il link? Beh, quello andatevelo a cercare; per una volta avreste un’ottimo alibi nel caso in cui qualcuno vi chiedesse spiegazioni riguardo la vostra cronologia “hot”!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *